Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Immigrati: Gioiosa Ionica, al via il progetto “Intra”

Una nuova attività a favore dei migranti di Gioiosa Ionica per favorire l’integrazione multiculturale: è questo l’obiettivo della Rete dei comuni solidali, ente gestore del progetto Sprar di Gioiosa Ionica, che, d’intesa con la Bird Production di Alberto Gatto, punta a raggiungere mediante il progetto “Intra”. Un piano di integrazione culturale da realizzare attraverso l’audio-visivo, indirizzata ai beneficiari del progetto di accoglienza, che nel concreto prevede una serie di lezioni sull’uso dello smartphone come mezzo audio-visivo per la comunicazione globale. Oggi infatti l’uso di cellulari per realizzazioni video e audio sia per uso strettamente personale che per la composizione di vere e proprie opere audiovisive, è sempre più frequente e reso possibile dal continuo evolversi e perfezionarsi di questi strumenti proprio per tali fini. Lo scopo è quello di fornire ai beneficiari le conoscenze basilari di ripresa: indicazione dei campi, dei piani e dei particolari per giungere ad una composizione più complessa in grado di rappresentare una narrazione. Ogni partecipante al progetto, realizzerà con il proprio smartphone un’opera che racconti una storia, un avvenimento o una riflessione sul tema dell’integrazione sociale e culturale. Integrazione intesa a 360 gradi, come incontro multiculturale all’interno di una società. L’obiettivo è trasmettere l’idea di un’integrazione che ponga al centro la persona, partendo dal presupposto che l’incontro con l’altro diverso da noi possa essere un incontro complesso e faticoso nel quale inevitabilmente emergono i nostri pregiudizi, dei quali però è importante essere il più consapevoli possibile per limitarne l’incidenza relazionale. Il laboratorio sarà tenuto da Alberto Gatto, esperto del settore audiovisivo e si realizzerà nei locali Re.co.sol di via Diaz a Gioiosa Ionica.

© Riproduzione Riservata
Territori