Da muri a ponti, ecco l’ecumenismo dei giovani

Nella Settimana di preghiera per l'Unità dei cristiani i giovani si sono riuniti nella chiesa del Ss. Nome di Gesù in corso Regina Margherita per chiedere il dono dell'unità contro i "muri" di oggi

Un abbraccio, una stretta di mano e due chiacchiere per conoscersi. È iniziato così il tradizionale incontro ecumenico di preghiera dei giovani che si è tenuto giovedì 19 gennaio nella chiesa della parrocchia Ss. Nome di Gesù in corso Regina Margherita, a due passi dal Campus universitario Einaudi.Una serata di preghiera e confronto nella Settimana per l’Unità dei Cristiani per mettere in comune i doni e i carismi di ciascuna confessione; presenti i giovani ortodossi, cattolici e delle chiese evangeliche. A guidare la veglia, accanto al parroco don Roberto Populin, i giovani stessi che hanno costruito un muro nella navata centrale che ha diviso in due gruppi i partecipanti.

Leggi la notizia completa